La nostra comunità dedicata a “Santa Maria di Nazaret” è situata nel quartiere di Roma-Massimilla e la nostra presenza risale al 19 gennaio 1976. Il nome della dedicazione deriva dal fatto che come Maria siamo inserite nel territorio e tra la gente e come lei vogliamo essere sorelle tra i fratelli. La Borgata Massimilla è sorta abusivamente negli anni 50 ed è costituita da emigrati provenienti dalle varie regioni d’Italia: Marche, Sardegna, Calabria e Abruzzo il cui primo obiettivo era costruire la casa per sé e i propri figli. Oggi la situazione è migliorata; il quartiere è in forte crescita e conta circa 10.000 residenti. L'aumento dei prezzi delle case ha portato tantissime coppie giovani a comprare in questa zona; il numero dei laureati è aumentato così come è ancora più variegata la composizione sociale e culturale. Per le problematiche della zona oltre la discarica si combatte per lo stato di abbandono che alcune associazioni spontanee cercano di rilevare e presentare agli Enti preposti. La posizione lontana dal centro della città di Roma favorisce, purtroppo, la delinquenza, la prostituzione, i furti, la droga ecc. Nel quartiere mancano punti di aggregazione per tutte le fasce di età, nonostante lo sforzo di alcune associazioni che promuovono iniziative di varia natura, l’unica che dà continuità e si propone come punto di riferimento è la parrocchia. La popolazione è multietnica, ci sono comunità rumene, bulgare, cinesi, cingalesi, polacche, arabe, indiane, africane e così via.

italia-roma-massimilla

Esiste una comunità nomade presente ed occasionale, vi sono numerosi studenti universitari che vengono da fuori. Molti residenti sono censiti, altri no. In questo contesto la comunità religiosa vive pienamente nel tessuto sociale del quartiere, in un abitazione semplice in mezzo alla gente, con la quale vuole essere sorella e compagna di cammino, punto di riferimento per l’ascolto, l’accoglienza, la preghiera. Cerca di vivere e promuovere attraverso il servizio educativo, liturgico e caritativo, la spiritualità mariana, la riconciliazione, la giustizia e la pace, come espressioni di riparazione. La comunità, inserita attivamente collabora in parrocchia in vari modi: coordina e svolge la catechesi insieme ai laici, accompagna giovani e ragazzi dell’oratorio, visita gli anziani e gli ammalati e amministra il sacramento dell’Eucarestia. È presente il gruppo dell’Associazione della “Beata Vergine Addolorata”, che condivide con la comunità momenti di preghiera, di formazione e di festa.

Suore Serve di Maria Riparatrici
Via Riccardo Dalla Vedova,14
00166 ROMA
Telefono: +39 06 6693488
E-mail: massimillasmr@alice.it